Chi siamo

/Chi siamo
Chi siamo 2018-06-24T18:55:17+00:00

eGO eBIKE è nata dalla grande passione di Fabio Zara per il mezzo di trasporto meno inquinante che esista. L’obiettivo è di permettere a chiunque, grazie anche alle biciclette a pedalata assistita (bici elettrica) di pedalare assistito e di godere di un’esperienza tanto semplice quanto stimolante che permette di unire i punti di un percorso ideale che nella nostra terra, Modena e dintorni, è formato dal robusto ed onesto sapore della cucina, dalla bellezza dell’arte e dei dolci paesaggi dell’Appennino e dalle le curve seducenti di una fuori serie rossa.

Una passione vera per le due ruote e per il turismo rispettoso dell’ambiente
Nemmeno ricordo più la prima volta che sono salito su una bicicletta, d’altro canto sono passati più di quarant’anni. Subito tra me e la mia prima bicicletta nacque un feeling particolare consolidatosi velocemente nonostante qualche fragorosa e dolorosa caduta.

Da allora non ho più smesso anche se la voglia di diventare un imprenditore nel campo del turismo ecosostenibile ha cominciato a prendere forma molto tempo dopo, per l’esattezza nel 2012. Era il 20 maggio, ancora oggi lo rammento benissimo. Quel giorno provai una bicicletta a pedalata assistita e subito mi resi conto che quel mezzo, con un motore elettrico, poteva aprire orizzonti nuovi, mentali ancor prima che fisici.

Ho quindi iniziato a studiare, a frequentare corsi – anche un Master presso l’Università di Verona – a confrontarmi con amici ed esperti di turismo ecosostenibile per comprendere se la mia passione per la bici e l’attenzione per l’ambiente, potevano aiutarmi a creare una valida alternativa ad un lavoro che cominciava a scarseggiare a causa delle crisi del settore in cui operavo.

Così il mio sogno ha preso la forma di eGO eBIKE, una piccola impresa in cui ci piace di parlare di rapporti umani, di relazioni, di esperienze, di salame, tigelle e prosciutto più che di performance, velocità media, tempi di percorrenza, integratori alimentari.

Una cosa la possa assicurare a tutti coloro che sceglieranno di affidarsi ad eGo eBIKE e cioè che lo spirito che accompagna i miei tour, dico miei perché li ho tutti ideati e sperimentati personalmente, è sempre quello della convivialità.

Oggi, me compreso, siamo tutti pressoché costantemente connessi con i social attraverso gli smartphone; quasi ci sentiamo ‘obbligati’ a pubblicare tutto ciò che facciamo, e questo fa inevitabilmente perdere il vero contatto con le persone. Andare in bicicletta, condividere anche solo poche ore passate in sella, è un ottimo antidoto per recuperare spazio per le proprie emozioni.

Raccontare un’esperienza personale è molto difficile per cui dopo avervi detto che vi aspetto per una pedalata insieme, mi limito a scrivere la frase pronunciata più spesso da chi ha appena terminato un giro con noi: “Quando ci sarà il prossimo tour?”

Vi aspetto, per pedalare insieme. Fabio Zara
Fondatore di eGO eBIKE

PROGETTO EUROPEO

eGo eBIKE nasce e si sviluppa anche nell’ambito di Climate KIC, presente in diversi Paesi europei.

Climate KIC è la comunità nata per promuovere l’innovazione nella sfida ai cambiamenti climatici e favorire lo sviluppo e la creazione di una società zerocarbon. La Climate KIC non è un progetto ma una comunità dell’innovazione, basata sulla partecipazione, la condivisione delle esperienze e sul learning by doing. Riunisce più di 180 soggetti – università, enti di ricerca, imprese e amministrazioni – organizzati in 12 hubs presenti in 10 Paesi europei.

Climate-KIC ha la sua sede centrale a Londra. E’ organizzata in 12 location in 10 diversi paesi: Francia (Parigi), Germania (Francoforte e Berlino), Paesi Bassi (Utrecht), Svizzera (Zurigo), Danimarca (Copenaghen), Regno Unito (Londra e Birmingham), Ungheria (Budapest), Polonia (Wroclaw), Spagna (Valencia) e Italia (Bologna). Ogni location riunisce un cluster formato da enti pubblici, università, centri di ricerca e imprese, aventi carattere d’eccellenza e mira a raggiungere i suoi obiettivi in base a un concetto pioneristico di partenariati transfrontalieri pubblico-privati.